Benvenuti in www.climacasashop.it
Italiano English

Registrati

Dimenticata la Password?

Cerca nel Sito
Non ci sono articoli nel tuo carrello.

Attualmente sei su:

01/04/14 - DETRAZIONE FISCALE DEL 50%

Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d’imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2014, la detrazione Irpef sale al 50%, passando al 40% per il periodo 1º gennaio 2015 - 31 dicembre 2015.


Il decreto legge 63 del 4 giugno 2013 prima e la legge di stabilità per il 2014 poi hanno riconosciuto una detrazione del 50% anche sulle ulteriori spese sostenute, dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014, per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione va ripartita in 10 quote annuali di pari importo, ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro.


Per le prestazioni di servizi relative agli interventi di recupero edilizio, di manutenzione ordinaria e straordinaria, realizzati sugli immobili a prevalente destinazione abitativa privata, si applica l’aliquota Iva agevolata del 10%.

I beni considerati di "valore significativo", individuati da decreto ministeriale, sono tassativamente i seguenti:
- ascensori e montacarichi
- infissi esterni ed interni
- caldaie
- videocitofoni
- apparecchiature di condizionamento e riciclo aria solo sistemi con pompa di calore
- sanitari e rubinetterie da bagno
- impianti di sicurezza
ESEMPIO PRATICO
Rifacimento/nuovo di impianto di climatizzazione con installazione (bene significativo)
- importo complessivo lavori al netto d' iva: euro 4.000,00
- valore climatizzatori (bene significativo): euro 2.500,00
MANO DOPERA = 4.000 - 2.500 = 1.500
IMPONIBILE IVA AGEVOLATA AL 10% = 1.500 X 2 = 3.000
IMPONIBILE IVA AL 21% = 4.000 - 3.000 = 1.000
TOTALE FATTURA:4000,00 + 300,00 (iva al 10%) + 210,00 (iva al 21%)= 4.510,00 anzichè 4.840,00

Quando la prestazione comprende i beni sopra indicati è obbligatorio identificare nella fattura, separatamente, la parte di valore a cui si applica l' iva agevolata al 10% e l'eventuale altra parte rimanente assoggettata all' iva ordinaria del 21%

Al fine di permettere di accedere a queste agevolazioni fiscali ad un largo numero di persone, sono stati identificati come beneficiari le seguenti figure:
I proprietari e loro familiari conviventi;
Titolari di diritto di nuda proprietà, uso, usufrutto e abitazione;
Inquilini ( compresi coloro che a titolo gratuito utilizzano una casa );
Futuri acquirenti di un immobile con compromesso registrato;
Soci di cooperative;
Soci di s.s., s.a.s., s.n.c. Ed imprese a conduzione familiare.

Sostenendo le spese di ristrutturazione entro il 31 Dicembre 2013, tramite la dichiarazione dei redditi, potrai ripartire in dieci rate annuali la detrazione del 50%. Per i beneficiari di età compresa tra 75 ed 80 il numero di rate scende a 5, mentre per chi ha più di 80 anni, il numero di rate è fissato a 3.
Cosa devo fare per usufruire della detrazione irpef al 50%?

Per fruire della detrazione è necessario che i pagamenti siano effettuati con bonifico bancario o postale da cui risultino:

■ Causale del versamento
■ Codice fiscale del soggetto che paga
■ Codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.

-Bisogna accertarsi che il climatizzatore sia in classe A/A ed in pompa di calore
- Effettuare il pagamento mediante Bonifico Bancario in cui si evincano oltre ai dati del beneficiario ( nome, cognome e codice fiscale ), anche l'intestazione e la partita iva dell'azienda beneficiaria del bonifico, ponendo come causale “ Bonifico ai sensi della legge N° 449/97”.